10 cose da fare a Roma con i bambini

10 cose da fare a Roma con i bambini

Non solo Colosseo, musei e pinacoteche Roma offre a chi viaggia con i bambini veri templi del divertimento educativo, pensati per suscitare l’entusiasmo dei piccoli (e grandi). 

Nei musei, dal Maxxi al Palazzo delle Esposizioni, solo per citarne alcuni, non mancano, percorsi e visite ad hoc. Nei parchi ci sono giostre e aree attrezzate, dove divertirsi e scatenarsi in libertà. Qui vi suggeriamo 10 cose da fare a Roma con i bambini, a volte classiche a volte curiose.

  1. EXPLORA, il museo dei bambini

Tra piazza del Popolo e Piazzale Flaminio si trova Explora, il Museo dei Bambini di Roma: qui ogni giorno va in scena un diverso programma tra laboratori di creatività che mettono alla prova i bimbi di ogni età. Qualche esempio? Percorsi da affrontare in prima persona che spiegano la pesca sostenibile, l’importanza del riciclo della plastica, la possibilità di utilizzare il vento come risorsa energetica… E ancora simulazioni di acquisto tra carrelli della spesa e cucina per imparare a mangiare bene e evitare gli sprechi, operazioni di gioco con pesi e misure, aree gioco tattili per i più piccini.

Sviluppato su due piani Explora è una sorta di città in miniatura dove giocare a fare i grandi attraverso percorsi che danno la possibilità ai bambini di esprimere la loro creatività con tanti giochi, con applicazioni didattiche di ogni tipo, dalla meccanica, alla fisica, alla biologia. C’è anche l’Officina in cucina, un laboratorio di cucina dove i bambini possono impastare, stendere e mangiare il pane o la pizza preparati con le loro mani o ancora l’area per i piccolissimi (0-3 anni) dove ci si può avventurare tra tane, tunnel e rifugi.

Dove: Via Flaminia 80/86.

Web site: www.mdbr.it

2. Un salto nel futuro

Nel Villino Medioevale di Villa Torlonia, c’è Technotown, una ludoteca scientifica per i bambini dai 6 anni in su. Nelle sale i giovani technoscienziati, giocando, possono sperimentare tutto ciò che si può creare con tecnologie moderne  in modo divertente. Qui sono stati concentrati strumenti, anche molto complessi, per incuriosire i bambini che lo visitano, dando loro la possibilità di giocare e al tempo stesso di comprendere i meccanismi che regolano oggetti complessi come robot, sensori e radiazioni.

E proprio sotto il Casino Nobile c’è il bunker di Villa Torlonia, voluto da Mussolini durante il secondo conflitto mondiale e recentemente aperto al pubblico.

Dove: via Lazzaro Spallanzani 1 A

Web site: www.technotown.it

3.Tra orsi e lemuri

È un giardino zoologico dalla lunga storia, iniziata ancora agli inizi del ‘900 e si trova all’interno di Villa Borghese. Qui si possono conoscere 200 specie di animali con oltre 1.200 esemplari. E nel weekend il parco diventa lo spazio dove fare esperienze entusiasmanti come dar da mangiare a Sofia, per un incontro speciale con gli elefanti o insieme allo staff zoologico vivere l’emozione di uno speciale “a tu x tu” con alcuni animali come blatte soffianti, furetti, rospi, insetti stecco e molti altri di cui spesso si ha paura o che suscitano ribrezzo, ma importantissimi per l’equilibrio dell’ambiente naturale.

Dove: Viale del Giardino Zoologico, 20

web site: www.bioparco.it

4. Una ludoteca nel parco

A Villa Borghese i bambini possono divertirsi con un giro sulle giostre, o in risciò, o, ancora avventurarsi in una gara con le automobiline a pedali. Se, invece, i vostri figli sono abbastanza grandi potete noleggiare anche il segway. All’interno del Parco, in una bella villa cinquecentesca, inoltre c’è una ludoteca speciale: è Casina Raffaello.  Fuori c’è un bel parco giochi mentre dentro si trovano aree gioco, di cui una dedicata ai più piccoli con cuscini e giochi morbidi. C’è anche una libreria specializzata in letteratura per l’infanzia e non manca una ricca proposta di laboratori, attività creative e di letture animate.

Dove: Viale della Casina di Raffaello (piazza di Siena)

Web site: www.casinadiraffaello.it

5. Notte al museo

Appena all’interno del Parco di Villa Borghese si apre invece l’universo fantastico del Museo di Zoologia, dove un’equipe di divulgatori scientifici racconta la storia del mondo attraverso quella degli animali. I percorsi tematici schiudono universi affascinanti come quello del corteggiamento amoroso tra le specie, la vita nel mare e sulle barriere coralline, la sopravvivenza degli organismi negli ambienti più estremi della Terra. Le sale dedicate ai mammiferi e alle loro somiglianze e differenze con noi portano a riflettere sull’evoluzione, mentre quella degli scheletri pare uscita direttamente dal film “Una notte al museo”!

Dove: Via Ulisse Aldrovandi, 18

Web site: http://www.museodizoologia.it/

6. In bicicletta nel parco

Nel Parco dell’Appia Antica si possono noleggiare bici e seguire itinerari pensati per le famiglie su due ruote. Un’idea per un pomeriggio dove scatenarsi in giochi e corse magari dopo la visita a un museo. Qui si trovano anche numerose aree Wi-Fi accessibili gratuitamente. E sul sito del parco sono descritti diversi itinerari ed è possibile scaricare una pratica mappa per orientarsi senza difficoltà. Un bell’itinerario è quello che corre lungo l’Appia Antica, una passeggiata nella storia davvero suggestiva.

Dove: via Appia Antica 42.

Web site: www.parcoappiaantica.it

7. Picnic a Villa Pamphili

Villa Doria Pamphili è uno dei polmoni verdi della città. Tra specchi d’acqua e prati si passeggia godendo di tanti gioielli come la Fontana della Regina, l’Arco dei 4 venti, l’obelisco e molti altri. C’è anche una piacevolissima pista ciclabile e dei percorsi attrezzati. Il parco può esser la meta perfetta per un pic nic organizzato. Il Vivi Bistrotvillino in stile francese con area giochi  offre infatti un cestino per pic nic da asporto con un menu speciale bambini. Un divertente picnic box, perfetto per mangiare tutti insieme circondati dal verde.

Dove: Via San Pancrazio.

Web site: www.villapamphili.it

8. Il Colosseo

A Roma non si può non visitare il simbolo inossidabile della città: il Colosseo, ovvero l’Anfiteatro Flavio, voluto dall’imperatore Vespasiano e terminato da suo figlio Tito nell’80 d.C.. Forse questo edificio, destinato ai combattimenti e giochi tra i gladiatori e alle simulazioni di caccia ad animali feroci ed esotici, è oggi il monumento italiano più famoso al mondo. Visitarlo comporta lunghe file che spesso dissuadono le famiglie con bambini grandi e piccoli. Per ovviare il problema è possibile acquistare il biglietto in anticipo tramite il sito internet www.coopculture.it

Dove: piazza del Colosseo

Web site: http://archeoroma.beniculturali.it

9. Il museo dei videogiochi

Dedicato ai ragazzi patiti della tecnologia il Vigamus, Museo dei Videogames di via Sabotino. Un emozionante viaggio virtuale nella storia del gioco che ha cambiato il modo di divertirsi dei teenager di tutto il mondo, partendo dalla prima console per arrivare agli ultimi sviluppi del gaming. Si tratta del primo Museo italiano dedicato a una forma d’espressione umana con oltre 50 anni di storia e attraversata da un’incessante evoluzione narrativa, estetica e tecnologica. Un paradiso digitale, fatto di videogiochi da sperimentare liberamente: si tratta di Vigamus, un piccolo museo, che si trova a due passi dal Vaticano, raggiungibile a piedi in circa 20 minuti. I bambini dai 6 anni in su si divertiranno moltissimo, ed anche i genitori potranno trovare alcuni giochi dell’infanzia e insieme potranno ripercorrere le origini e l’evoluzione del videogioco attraverso una serie di installazioni e giochi da provare in prima persona.

Dove: Via Sabotino 4

Web site: www.vigamus.com

10. In calesse sul Gianicolo

Vale davvero la pena salire sul Gianicolo (anche in autobus) per ammirare la città in tutta la sua bellezza. Inoltre ci sono due ragioni che possono dare una marcia in più ai bambini: sul colle, a mezzogiorno in punto, tutti i giorni, c’è un cannone che spara a salve! Dal 1847, infatti, per volere del papa Pio IX, si ripete quotidianamente questo rito. Ma questa non è l’unica attrattiva e nel weekend c’è anche lo storico teatrino delle marionette oltre alla possibilità di fare un giretto in sella ad un pony o in calesse.

Dove: Colle del Gianicolo

Alcune idee per un soggiorno family

Hotel Villa Linneo, nel quartiere Parioli. In posizione strategica: due passi da Villa Borghese, da Piazza di Spagna, dal nuovo museo dedicato al XXI secolo.

Il Bed&Breakfast della Mamma: nel quartiere Nomentano, a 500 metri dalla fermata della metropolitana, all’interno di una palazzina Liberty degli anni ’20, con un bellissimo giardino, il Bed & Breakfast della Mamma mette a disposizione 5 stanze doppie e 1 singola, tutte con bagno privato.

Pausa merenda

Della famosa pizza bianca, a Roma, esistono due versioni: la morbida e la scrocchiarella. Esistono buoni forni in tutti i quartieri di Roma, ma il più famoso e uno dei più antichi è l’Antico Forno Roscioli, vicino a Campo dei Fiori (via dei Chiavari 34).

 

Potrebbe anche interessarti:

Roma is fun: tour per le famiglie e i bambini

Post Your Thoughts

Iscriviti alla Newsletter
Resta in contatto con Trip4Kids e tieniti aggiornato sulle ultime novità.
Spazio sponsorizzato