10 cose da fare sul Renon d’inverno con i bambini

sul Renon d'inverno con i bambini

Passeggiata panoramica sul Corno del Renon

Paesini da fiaba, mobilità dolce, ritmi slow, panorami super: è l’Altopiano del Renon. La “Riviera delle Dolomiti”, come viene chiamato questo altopiano, già nel Seicento meta dei nobili di Bolzano che fuggivano dalle calure estive della città. L’altopiano si trova proprio nel cuore dell’Alto Adige ed è raggiungibile in soli 12 minuti con la cabinovia del Renon, che collega il centro di Bolzano con Soprabolzano oppure in una mezz’oretta in auto da Bolzano.

Un luogo tranquillo, dai ritmi antichi, dove la mobilità dolce non è una conquista dei tempi moderni ma un’abitudine consolidata. E soprattutto una destinazione piacevolmente family. Ecco 10 cose da fare sul Renon d’inverno con i bambini.

  1. Il piacere di dimenticare l’auto

Sull’altopiano è possibile vivere una vacanza a mobilità dolce. Per tutta la vacanza ci si può dimenticare dell’auto e muoversi solo con il trenino che collega Maria Assunta, Soprabolzano a Collalbo. Per i bambini è un grandissimo divertimento salire sul piccolo treno a scartamento ridotto, che nelle corse della mattina utilizza le antiche carrozze d’epoca rivestite in legno e nel pomeriggio i vagoni più recenti con le morbide panche rivestite di tessuto rosso. Si viaggia slow, ad una velocità di 30 km/h attraversando boschi, prati e godendo dal finestrino di un magnifico panorama.

E con la Ritter Card, che si riceve gratuitamente soggiornando nelle strutture dell’Associazione turistica del Renon, si possono utilizzare gratuitamente tutti i mezzi di trasporto pubblici (non solo sul Renon ma in tutto l’Alto Adige), compreso dunque il trenino, la funivia del Renon, la Cabinovia del Corno del Renon e incluso vi è anche l‘ingresso gratuito a circa 90 musei e castelli del territorio.

sul Renon d'inverno con i bambini trenino

Il trenino del Renon

2. Slittini in pista

Salendo fino alla stazione a Valle di Pemmern (dove si trova un ampio parcheggio, se all’autobus si preferisce la macchina) si prende la cabinovia a 8 posti del Corno del Renon, che porta fino alla Punta del Lago Nero. Scendendo alla stazione inter media  (circa 8 minuti di corsa) si trova la partenza della pista da slittino naturale che scende a valle per oltre 6 km! E gli slittini possono essere noleggiati comodamente alla partenza della cabinovia.

3. Prime prove sugli sci

Sul Corno del Renon ci sono 15 chilometri di piste e quasi 40 chilometri di tracciati per lo sci di fondo. Per gli sciatori novelli c’è la scuola di Sci Corno del Renon con un campo prova presso al stazione intermedia della cabinovia, con due varianti di pista, un tappeto magico e uno snowpark, con corsi di freestyle per i più temerari.

4. Passeggiata (anche) con passeggino

Prendendo la cabinovia a 8 posti del Corno del Renon e salendo fino alla stazione a Monte a Punta del Lago Nero si arriva alla partenza di un bellissimo percorso panoramico ad anello, fattibilissimo anche d’inverno con i passeggini da trekking, ma ancora più divertente è percorrerlo con le slitte. Una passeggiata che arriva fino alla Terrazza Panoramica dove la vista spazia a 360° sullo Sciliar, la Marmolada, il Sasso lungo, il Sasso Piatto, il Gruppo del Sella fino alle cime del Gabler. Uno spettacolo!

Poco lontano, lungo la passeggiata, si incontra anche il labirinto vegetale con quel profumo inconfonibile di resina dei pini mugo e d’estate si può sperimentare anche un percorso sensoriale nel bosco con percorso kneipp in prossimità del Lago Nero.

Nell’ultimo tratto della passeggiata seguite la deviazione per le “Feltuner Hütte“, la malga si trova poco sopra la partenza dello skilift che porta sulla cima del Corno del Renon. Dalla terrazza si ha un’incantevole vista panoramica sull’arco alpino dalle Dolomiti, dal gruppo Brenta fino al massivo Ortles. Si mangiano piatti tipici, disponibili menu bimbi per i piccoli e parco un parco giochi eterno.

sul Renon d'inverno con i bambini

5. Mamma, le piramidi!

Un altro luogo da visitare e facilmente raggiungibile con una passeggiata di 30 minuti dal centro di Collalbo (e adatta anche ai passeggini) sono le Piramidi di terra. Annoverate tra le meraviglie della natura sono torri di terra dell’era glaciale che svettano in tre gole scavate da un ruscello. Seguendo il Sentiero delle Piramidi di Terra che aprte da Collalbo si raggiungono in circa una mezz’oretta queste incredibili concrezioni del terreno di colore rosso. Rosse sono anche le piramidi di terra che si possono vedere poco lontano da Maria Assunta e invece bianche quelle che svettano ad Auna di Sotto.

6. A passeggio con i lama

Il Maso Kaserhof, poco sopra il centro abitato di Soprabolzano, è un luogo straordinario per una vacanza in montagna con i bambini. Il maso che fa parte del consorzio del Gallo Rosso è un agriturismo biologico che offre una vista panoramica mozzafiato sulla Val d’Isarco e sulle montagne circostanti delle Dolomiti occidentali. Oltre a vivere la vita di un maso alpino tra l’orto, la stalla con gli animali, qui i bambini possono fare anche il battesimo della sella e uscire in affascinanti passeggiate a cavallo nei boschi. I cavalli sono i robusti e potenti Haflinger, affidabili, resistenti e dal passo sicuro. E qui si possono anche speriementare le uscite trekking con i lama. Anche alla luce delle lanterne la sera.

7. Alla scoperta di mestieri e sapori

Al Maso Ebenhof, che fa anche lui parte dei masi del Gallo Rosso, con la signora Heidi si impara a fare il pane come una volta e ,mentre si aspetta la lievitazione dell’impasto Heidi porta tutti i bambini in un luogo magico: il grande fienile. Qui i piccoli riscoprono il piacere dei giochi di una volta. Cose semplici ma che restano nel cuore e in libertà ci si lancia sul morbido fieno tra capriole e salti avvolti da quell’inconfondibile profumo di erba di montagna. Dal Maso Ebenhof, con il trenino, si raggiunge in poche fermate l’Hotel Rinner dove Paul, il proprietario, guida grandi e bambini alla scoperta del mondo delle api con percorsi, laboratori e attività dove trasmette la sua grande passione per questi straordinari insetti. Insieme si impara come si raccoglie il polline, la propoli, il miele. E si possono anche realizzare straordinarie candele con la cera d’api. Poco lontano dall’Hotel Rinner, a Costalovara, c’è il Maso Plattern, uno dei più antichi del Renon, che ospita il Museo dell’apicultura e dove si vede la vita dei contadini di un tempo.

sul Renon d'inverno con i bambini

Salti nel fieno al Maso Ebenhof

8. Al mercato dei contadini

Ogni sabato Collalbo ospita il mercato dei contadini. Un’occasione per fare acquisti da portare a casa dei prodotti del territorio. Sul Renon sono tanti i produttori di formaggi, speck, miele. Il Maso Troider è ad esempio famoso per i suoi succhi di mela gourmet, il Bühler-Hof, nel cuore del paese di Auna di Sotto, produce composte di frutta, succhi di frutta e sciroppi. E al Maso Erschbaumer si trova il formaggio Kloaza con la tipica pera secca del territorio.

9. Una passeggiata a Bolzano

Con il trenino si può raggiungere comodamente la funivia che in soli 12 minuti porta al centro di Bolzano con corse che partono ogni 4 minuti dalle 6,30 della mattina fino alle 23.00 di sera. Magari per una merenda alla meravigliosa pasticceria Acherer Patissier Chocolatier nel cuore di Bolzano.

10. Dormire family

Sono moltissime le strutture family friendly sull’altopiano del Renon. Con diverse soluzioni, dall’albergo all’agriturismo, selezionate nei Familyhotels del Renon. Qui ve ne segnaliamo alcune che abbiamo avuto modo di conoscere di persona.

Berghotel Zum ZirmL’atmosfera che si respira è quella di un hotel di montagna a conduzione famigliare, a due passi dalla stazione a valle della cabinovia per il Corno del Renon. Punto di partenza ideale per molte passeggiate e per le giornate di sci. L’hotel mette a disposizione camere family attrezzate per accogliere anche gli ospiti più piccoli, sala giochi interna, grande parco giochi esterno, menu bimbi, e programma settimanale di attività dedicato ai bambini.

Maso Ebenhof Il maso che fa parte del consorzio Gallo Rosso, gode di una posizione eccezionale con vista sulle Dolomiti, per un soggiorno in cui riscoprire i ritmi della montagna di un tempo tra la stalla, l’orto, il fienile, i prati e un piacevolissimo laghetto balneabile d’estate. Sono disponibili 5 appartamenti. Altra comodità: si raggiunge in pochi passi la fermata del Trenino del Renon

Family Hotel RinnerIn mezzo alla natura tra boschi di abeti e larici l’Hotel Rinner (e a due passi dall’omonima fermata del trenino) è un family hotel con camere attrezzate, attività per i bambini, parco giochi interno ed esterno, ottima cucina, menu bimbi e tante attività legate all’apicoltura in compagnia di Paul Rinner, il proprietario.

Parkhotel Holzner, un albergo storico altoatesino dallo stile liberty alpino, nel paesino di Soprabolzano a 1.200 metri di altitudine, proprio accanto all’arrivo della cabinovia che collega Renon con Bolzano. Un ricco programma di intrattenimento sempre diversificato e ambienti adatti ai piccoli ospiti caratterizzano l’offerta per bambini e ragazzi dai 3 ai 12 anni di età. Il Parkhotel Holzner ha, inoltre, ricevuto il prestigioso riconoscimento Condé Nast Johansens Award Of Excellence 2013 “Most Excellent Family Friendly Hotel”.

Posizione

Post Your Thoughts

Iscriviti alla Newsletter
Resta in contatto con Trip4Kids e tieniti aggiornato sulle ultime novità.
Spazio sponsorizzato