L’arte è nel bosco: 10 parchi d’artista da vivere con i bambini

10 parchi d'artista da vivere e visitare con i bambini01

Arte Sella

Arte nel bosco. Creazioni insolite, che si rivelano all’improvviso tra gli alberi, realizzate con elementi “poveri” come tronchi, paglia, foglie, sassi, pietre, giunchi e acqua. Si entra così in giardini volanti, nidi sospesi, cattedrali vegetali, grandi alveari e si incontrano personaggi da fiaba.

Il museo diventa open air. Le sculture e le installazioni sono da toccare, da esplorare con tutto il corpo, dentro cui ci si può rifugiare immaginando storie di draghi, fate e cavalieri.

Un’esperienza adatta anche ai più piccoli per avvicinare il proprio bambino all’arte e all’ineffabilità del gesto creativo.

Già la dimensione di un parco o di un bosco è affascinante, se poi in questo luogo ogni passo è una scoperta e una sorpresa, con strani oggetti e suggestive installazioni che compaiono inaspettate, la meraviglia e la magia sono totali. L’esperienza li avvolge interamente: si è a contatto diretto con la natura, ci si può liberamente avvicinare alle opere, in alcuni casi addirittura si può andare dentro, sotto, sopra, quindi toccarle, annusarle, sentire i suoni che producono nell’aria.

Ecco 10 parchi d’artista da vivere e visitare con i propri bambini, di tutte le età.

10 parchi d’artista

SAMSUNG

2.Il Parco Sculture del Chianti

Nel cuore del Chianti senese, a Pievasciata, circa 10 km a nord di Siena, c’è il Parco Sculture del Chianti.

Inaugurato nel maggio 2004, dopo cinque anni di lavoro. Sono stati dedicati al Parco 13 ettari di un incontaminato bosco di querce, lecci e castagni.

Lungo un percorso di 1 km, 27 artisti di pregio internazionale, provenienti dai cinque continenti, hanno messo alla prova la propria creatività ed il proprio stile, realizzando imponenti opere d’arte contemporanea. Ogni singola scultura è site-specific, nel senso che è stata proposta dall’artista dopo aver visitato il bosco ed aver scelto il „suo” posto. Questo fa in modo che il connubio fra le opere e gli alberi, i suoni, i colori, la luce e ogni altro elemento del bosco sia totale. Infatti qui l’opera dell’uomo non tende a prevaricare la natura, ma ad integrarla ed esaltarla.

I materiali utilizzati sono i più disparati, vanno dal bronzo al ferro, dal granito al marmo, dal vetro al neon ecc. Sono presenti, ad esempio, l’opera in vetro del greco Costas Varotsos che sembra emergere dalle rocce come un vortice verso il cielo, la maestosa chiglia di una nave in lava vulcanica del turco Kemal Tufan o l’istallazione dell’inglese William Furlong: un sentiero di acciaio con effetti acustici che prendono vita al passare dei visitatori e ricreano l’atmosfera tipica delle strade senesi.

Alcune sculture sono interattive con il pubblico come il Labirinto dell’artista inglese Jeff Saward con il suo percorso di ben 80 metri

Tutte le pagine
1. Arte Sella in Valsugana 2. Il Parco Sculture del Chianti 3. Ledro Land Art 4. Il Giardino di scultura contemporanea La Serpara 5. I Giardini dei mostri di Bomarzo 6. Nel parco di Ca' la Ghironda alle porte di Bologna 7. RespirArt nel comprensorio del Latemar 8. Il respiro degli alberi in Trentino 9. Il Bosco ArteStenico nella Val Giudicarie 10. Château La Coste in Provenza

Post Your Thoughts

Iscriviti alla Newsletter
Resta in contatto con Trip4Kids e tieniti aggiornato sulle ultime novità.
Spazio sponsorizzato