Barcellona con i bambini: tra mete classiche e sorprese

Barcellona 01

Barcellona è proprio una bellissima città da esplorare con i bambini. Le ramblas, il barrio gotico, le fantasmagoriche creazioni di Gaudì, il mare e la spiaggia…rendono Barcellona una città un po’ magica, fiabesca e capace di accendere la curiosità anche dei più piccoli. Se poi si aggiungono alcune mete davvero doc per loro, il gioco e fatto! E sarà dura quando arriverà il momento della partenza! Preparatevi :). Qui vi raccontiamo dieci luoghi assolutamente da visitare se avete intenzione di programmare un viaggio a Barcellona con i vostri bambini.

  1. Il Museu Blau 

Il modernissimo Museu Blau è un vero spettacolo! Fa parte del Museo di Scienze Naturali che comprende anche l’Orto Botanico e il Laboratorio della Natura. Inaugurato nel 2011 occupa un’area di circa 9000 m2, distribuita su due piani. C’è una sezione permanente, la “Planet Life”, che rappresenta un affascinante viaggio attraverso la storia della vita e l’evoluzione del pianeta: Numerossissime sempre anche  le mostre temporanee. C’è inoltre, il Science Nest, il Nido Scientifico, dedicato ai bambini dai 0 ai 6 anni pensato appositamente per sviluppare le loro capacità artistiche, sensoriali e di osservazione. Non mancano poi aree lettura, laboratori, un bar, un ristorante ed un negozio. I bambini rimarranno colpiti dal gigantesco scheletro di Balena appeso al soffitto dell’atrio. Un ingresso a nasi in su che accende la curiosità.

Barcellona Museo Blau

2. L’acquario

L’Acquario di Barcellona  è uno degli acquari più grandi d’Europa con 35 vasche per oltre 11.000 pesci di circa 450 specie. Ma ciò che colpirà i vostri bambini è il tunnel di 80 metri, dentro il quale si passeggia sott’acqua, e che si trova all’interno dell’Oceanarium e che offre una prospettiva davvero unica sulla vasca oceanica, in cui nuotano squali, razze e altri grandi pesci. Oltre ad un sottomarino, tutto da esplorare c’è anche la sezione Explora! dedicata ai bambini, in cui possono scoprire la natura e il mondo marino attraverso i cinque sensi.

Barcellona Acquario

3. Un bosco urbano

Il Barcelona Bosc Urbà, è un nuovo concetto di spazio avventura e il primo parco avventura all’interno di una città e a due passi dal mare. Qui si trovano più di cinquanta attrazioni tra puenting, tiroline, reti, liane, ponti e tronchi su piattaforme a varie altezze, con percorsi per tutte le età. Per allenare il proprio equilibrio, per divertirsi e mettersi alla prova in piccole prove di coraggio in totale sicurezza.

Barcellona

 

4. Il Museo Marittimo

Il Museu Maritim, è una meta decisamente suggestiva. Siamo nel cuore dei cantieri navali ed il museo oltre ad essere uno dei più completi musei navali del Mediterraneo, è anche modernamente attrezzato e offre percorsi, attività e proposte accattivanti.  Una volta entrati si respira, ad ogni passo, l’atmosfera e il sapore della vita sul mare. Si odono urla di pirati, colpi di cannone e e poi si possono ammirare molti modelli di navi e polene. Nella parte centrale campeggia la ricostruzione a grandezza naturale della nave ammiraglia di Don Giovanni d’Austria. A bordo del vascello, una proiezione audiovisiva aiuta i bambini ad immaginare e ricostruire la vita a bordo. Con un biglietto combinato è possibile anche visitare la Santa Eulàlia, un’imbarcazione storica del 1918 restaurata dal Museo Marittimo di Barcellona.

Barellona Marittimo

5. Parco della Ciutadella

Il Parco della Ciutadella si trova dove una volta c’era la cittadella militare fortificata ed è l’ideale per una passeggiata tra alberi secolari, sentieri e prati perfetti anche per un pic-nic. I bambini rimarranno incantati davanti alla monumentale cascata, c’è poi  un giardino botanico e la Homenatge a Picasso di Antoni Tàpies, un cubo di vetro, che contiene pezzi di vecchi mobili e travi d’acciaio, con l’acqua che scorre lungo le pareti. Al centro del parco c’è un laghetto, ed è possibile noleggiare delle barchette a remi. Se si preferisce pedalare tra i viali si possono prendere a nolo i risciò, perfetti per esplorare il parco con i bambini. I risciò sono disponibili presso il punto noleggio bici, che si trova all’entrata tra Pg. Picasso e Marques de l’Argentera. Non mancano poi aree gioco (3 diverse) e quella principale, che si trova nei pressi del lago, ospita anche una ludoteca all’aperto gratuita, dove, periodicamente, vengono organizzati laboratori didattici e creativi. All’interno del parco c’è anche lo Zoo di Barcellona, dove vivono più di 7.000 animali e circa 500 specie diverse e qui si trova, inoltre, un ristorante, una zona pic-nic, e un trenino che fa il giro di tutto lo zoo. Per raggiungere il parco: fermata Arc de Trionf, linea rossa L1 o Barceloneta, linea gialla L4.

Barcellona parc

6. Cosmo CaixaMuseum

Un luogo davvero entusiasmante per avvicinare i bambini alla scienza attraverso attività interattive, percorsi, mostre temporanee e permanenti. Un museo allestito all’interno di un edificio altrettanto notevole dal punto di vista architettonico, interessante esempio del modernismo, costruito tra il 1904 e il 1909. All’arrivo, ciò che colpisce è l’enorme albero, l“Árbol de la Vida“. Una rampa a spirale lo circonda e man mano che si sale e si accede ai diversi piani espositivi del museo si è sempre accompagnati dalla sua incredibile altezza. Tra le sezioni da non perdere vi sono: il Bosc inundat (Foresta allagata), che ricrea l’ecosistema della Foresta Amazzonica, con piraña, coccodrilli e altri animali e piante tipiche di quella zona; il Mur Geològic (Muro geologico), con sette spettacolari sezioni di roccia e la Sala de la Matèria, un viaggio attraverso l’evoluzione della materia e della vita sul nostro pianeta. Nel Planetario invece si fa un viaggio nello spazio e nel tempo attraverso le stelle e i pianeti del firmamento. Tantissimi inoltre gli spazi e i laboratori dedicati ai bambini come il Clik i Flash, il Toca, toca!, il Planetari Bombolla, e altri atelier per tutta la famiglia.

Barcellona cosmo 1

7. Alla scoperta di Gaudì

Per immergersi nella poetica e nell’immaginario di Gaudì ecco alcuni spunti. Casa Batllò ai più piccoli sembra davvero una casa uscita dalle fiabe tra mattonelle azzurre, viola, verdi, balconi e finestre con le forme sinuose e giocose e il tetto stesso irregolare e colorato. L’interno è altrettanto travolgente: tra colori, di curve e movimento. Immancabile una tappa alla Sagrada Familia, in costruzione sin dal 1882. Qui preparatevi ad una lunghissima coda. E a Parco Guell tornano anche qui colori e forme affascinanti come la fontana a forma di salamandra che in cima alla scalinata principale. In cima al Parco Guell si gode una meravigliosa di Barcellona.

Barcellona Casa

8. Parc d’Attraccions del Tibidabo

Il Tibidabo,“Montagna Magica”, come viene chiamata è la cima più elevata della catena montuosa di Collserola. Su questo monte di 512 mt, da cui si gode un bellissimo panorama di Barcellona, c’è un parco di attrazioni straordinario. Costruito più di cento anni fa, nel 1889. Si tratta del parco divertimenti più antico della Spagna ed il secondo dell’Europa. Lo si raggiunge in circa 25 minuti con un servizio navetta chiamato Tibibus, che parte di fronte al grande magazzino El Corte Ingles in Placa Catalunya.

9. Piramidi umane

Se non vi è mai capitato di vedere le esibizioni dei Los Castellers, è uno spettacolo emozionante e adrenalinico. Los Castellers (www.castellersdebarcelona.cat) sono coloratissimi e temerari castelli umani, realizzati da uomini, donne e bambini di tutte le età. Riconosciuti dall’Unesco come Patrimonio dell’Umanità, fanno parte dell’identità culturale catalana e sono l’espressione della condivisione, del reciproco aiuto e della sfida estrema. Parte integrante dei castellers è la banda musicale, che accompagna l’esibizione. Presso l’associazione dei Castellers è possibile provare personalmente cosa significa essere un casteller, assistere a una vera prova e conoscerete tutto ciò che si lega al mondo dei castelli umani, in un percorso in cui si è accompagnati da un membro della colla (associazione).

barcellona_castellers

10. Dentro la fiaba

Nel cuore di Barcellona, anche se un po’ nascosto, c’è il Bosc de les Fades, il Bosco delle Fate, un bar in cui ci si sente come dentro una fiaba. Alberi, piccole cascate, fate e gnomi decorano questo posto dall’atmosfera magica. C’è una grotta in cui perdersi per raggiungere i più nascosti misteri della foresta. In un’altra sala invece è stata allestita una vera e propria casa stregata, con specchi magici, immagini di creature più bizzarre. Ci si può sedere a bere o mangiare a uno dei tavoli di legno, tra suoni suggestivi per bere un succo, una birra o una sangria e mangiare gazpacho, empanadas e croquetas. El Bosc de les Fades (Passatge de la Banca, 7, Barcellona) si trova in una stradina accanto al Museo delle Cere, poco lontano dal monumento dedicato a Colombo.

Barcellona Bosc de Fades

 

Posizione

Post Your Thoughts

Iscriviti alla Newsletter
Resta in contatto con Trip4Kids e tieniti aggiornato sulle ultime novità.
Spazio sponsorizzato