Carnevale 2020: tutti in maschera!

Carnevale 2020 tutti in maschera

Frittelle, maschere, coriandoli e sfilate di carri stravaganti sono solo alcuni degli ingredienti che ogni anno rendono il Carnevale una festa divertente e memorabile, soprattutto per i più piccoli. A dargli una spinta in più ci pensano i numerosi laboratori ed eventi che animano le città di tutta Italia. Scopriamo quali sono gli appuntamenti imperdibili del Carnevale 2020.

A Genova – Il carnevale al Porto Antico

Domenica 23 febbraio il Porto Antico si riempie di colori, giochi, animazioni e gli immancabili coriandoli a tema piratesco. Musica e balli saranno la cornice per presentare un nuovo gioco digitale “Pirati del Porto Antico… e le loro eco-avventure”. Un’occasione per partecipare alla caccia al tesoro per vivere le avventure di un pirata… ecologico.

Sempre al Porto Antico la Ruota Panoramica ha alcune sorprese in serbo per il Carnevale: solo per la giornata di domenica 23 febbraio e solo per chi si presenta in maschera è previsto uno sconto del 50%.  Mentre il Museo Diocesano, domenica 16 febbraio organizza una festa in maschera (a tema assolutamente libero) durante la quale una fotografa professionista svelerà qualche trucchetto per foto e selfie perfetti.

A Venezia – Crea la tua maschera come un vero artigiano

Carnevale 2020 tutti in mascheraIl Carnevale di Venezia è sicuramente uno dei più famosi al mondo e ogni anno regala ai suoi partecipanti tanta magia e stupore. Oltre alla sfarzosa sfilata in maschera avrete l’occasione unica di mettere piede in un vero laboratorio di maschere, il Ca’ Macana a Dorsoduro, grazie all’esperienza Venezia, una vita in maschera. Bauta, moretta e medico della peste sono alcune delle maschere storiche indossate durante il Carnevale della Serenissima. Osserverete gli artigiani all’opera durante la dimostrazione della tecnica di creazione e imparerete tutti i segreti di questa antica arte.

Il Museo del Settecento veneziano, presso Ca’ Rezzonico, organizza per i suoi piccoli visitatori il laboratorio Paper Mask. Dopo un tour guidato alle sale espositive, trarrete spunto dalle maschere esposte per realizzare la vostra. Davvero un bel ricordo da portare a casa!

Se volete realizzare una maschera di Carnevale veramente speciale, dovete iscrivervi al laboratorio Mascherine di mosaico alla Serra Dei Giardini. Tessera dopo tessera la vostra maschera prenderà forma in un tripudio di colori. Se invece preferite sfruttare la tecnica del mosaico per realizzare un quadretto non vi resterà che scegliere le dimensioni e mettervi subito all’opera. Il laboratorio è aperto anche ai genitori creativi!

Se l’ora della merenda si avvicina, perchè non prenotare il Frittella tour? Questo goloso itinerario vi guiderà alla scoperta delle pasticcerie più famose della città e scoprirete tanti aneddoti e curiosità sul Carnevale di Venezia.

A Viareggio – Scopri i personaggi di cartapesta del Carnevale di Viareggio

Quest’anno lo storico Carnevale di Viareggio compie ben 147 anni e per l’occasione regala a grandi e piccini un mese intero di festeggiamenti tra mostre, eventi, musica e l’immancabile sfilata dei cinque Corsi Mascherati lungo i Viali a mare.

Il viaggio nella storia dei giganti di cartapesta inzia sicuramente dalla visita guidata al Museo del Carnevale che conserva le testimonianze dell’evoluzione di questa pittoresca tradizione, dagli albori fino alle ultime edizioni. Carta di giornale, colla di farina, creta, gesso e giunchi, ecco tutto l’occorrente per realizzare un carro allegorico con l’originale tecnica viareggina, un metodo che utilizzerete proprio durante i Laboratori della Cartapesta. Il Museo propone anche Sulle tracce di Burlamacco, una divertente caccia al tesoro dei tasselli con i colori tradizionali della maschera simbolo del Carnevale di Viareggio. Alla fine del gioco, queste tessere verranno posizionate su un cartoncino come in un puzzle in modo da riprodurre l’immagine di questo scherzoso personaggio.

L’Espace Gilbert, all’interno dell’hanger numero 16, è il nuovo spazio espositivo del Museo dedicata a Gilbert Lebigre, uno dei costruttori più amati del Carnevale di Viareggio. Al suo interno seguirete un percorso tematico scandito da satira, fantascienza, burocrazia e spazio per i bambini. Tra animali, alienti, politici e figure tra le più stravaganti, la star indiscussa è senza dubbio la monumentale ballerina (realizzata da Lebigre, Corinne Roger e Arnaldo Galli) protagonista del carro Scusate se ci divertiamo, balla che ti passa vincitore del primo premio del Carnevale del 2004. Proprio a lei è dedicato il laboratorio Disegna la Ballerina che, stimolando l’osservazione dal vero, lascerà ai giovani artisti piena libertà nella creazione del proprio disegno. Non dovrete preoccuparvi di carta e matite, il Museo vi fornirà tutto il materiale necessario per realizzare la vostra opera d’arte.

A Comacchio – Un Carnevale acquatico? Solo a Comacchio

Giunto alla sua 9a edizione il Carnevale di Comacchio regala uno spettacolo unico, tutto sospeso sull’acqua. La sfilata inizia dal ponte monumentale dei Trepponti per poi snodarsi lungo le vie e i canali della cittadina lagunare, tra maschere e colorate imbarcazioni carnevalesche. Animazione, musica, giostre, strutture gonfiabili e una pioggia di crostoli e dolcetti faranno da contorno a una vera e propria festa a misura di bambino. Ma le sorprese non sono finire, potrete assistere agli spettacoli Magia Comica, Piccolo Circo e La Magia delle bolle oltre a partecipare all’avventurosa escursione sul battello dei pirati. Gli amanti dei burattini poi, non devo perdersi Le mirabolanti avventure di Fagiolino e Sandrone.

A ParmaMaschere dal mondo

Dopo una passeggiata tra le sale del Museo d’Arte Cinese ed Etnografico di Parma, andando alla scoperta delle maschere africane, del popolo Kayapò e dell’oriente, i giovani esploratori, con l’aiuto delle educatrici, potranno esprimere tutta la loro fantasia, creando maschere uniche e bellissime con il laboratorio La tua maschera dal mondo in programma domenica 16 febbraio.

A Fano – Il Carnevale di Fano, la festa più dolce che c’è!

Il Carnevale dei bambini è l’appuntamento fisso alla vigilia della grande sfilata mascherata lungo Viale Gramsci. Si tratta dell’occasione perfetta per farsi raccontare tutte le storie, le modalità di costruzione e il significato dei personaggi protagonisti dei carri allegorici. Ad animare la mattinata ci pensa la maschera simbolo del Carnevale di Fano, il Vulon, uno spadaccino che finge di suonare il liuto caratterizzato dallo sguardo furbetto. Il laboratorio Fano Città dei Bambini mette a vostra completa disposizione un atelier di trucco e costume per trasformarvi in un personaggio carnevalesco sicuramente unico.

A Fano si travestono persino gli amici a quattro zampe! Un vero e proprio Carnevale da Cani vedrà sfilare cuccioli e padroni da Borgo Cavour a Piazza XX Settembre per poi concludersi con la premiazione delle 3 maschere più belle.

A rendere l’atmosfera della città ancora più giocosa ci pensa Musica Arabita, la spiritosa banda musicale che vi farà ballare a ritmo di caffettiere, barattoli di latta e brocche. Ciò che rende questo Carnevale il più dolce d’Italia, è il potente getto di dolciumi sparati dai carri di cartapesta, una vera e propria cascata di golosità da afferrare al volo.

Ad AcquaspartaIl carnevale di bambini

Dopo il debutto di domenica 9 febbraio, prosegue Il carnevale dei bambini di Acquasparta (TR) con tanti nuovi tra sfilate di carri allegorici dai quali verranno lanciati coriandoli, peluches, palloncini e gadget. A seguire i carri, in cui temi quest’anno sono Flinstones, Disneyland e Cicogne in Missione, ci saranno bande musicali, gruppi mascherati e majorette.

A Putignano – Tour del Carnevale di Putignano (BA)

Una delle feste carnevalesche più divertenti è senza dubbio quella di Putignano. Da queste parti il Carnevale è una cosa seria, viene onorato non solo con la caratteristica sfilata di carri allegorici ma anche con tantissime iniziative, balli in maschera e il Museo del Carnevale diffuso, un percorso che si snoda tra le vie del centro e ha inizio da via Porta Barsento: durante questa prima tappa, Carnevale d’antan, farete un viaggio nel tempo grazie alla raccolta fotografica completa delle edizioni dal 1960 al 1980. La seconda tappa del tour carnevalesco si trova in via Bruni, nell’ultima bottega esistente di coriandoli; in via San Giacomo invece, giungerete Alle radici della festa con la cantina dei propagginanti, i poeti dialettali satirici che con la loro musica fanno ridere e ballare. Durante il Carnevale potrete visitare anche le Botteghe della cartapesta e partecipare ai laboratori per bambini Le avventure di Ricicarta e Monnizzo. E ancora concerti, il mercatino medievale e le iniziative della Biblioteca come Colori…amo il Carnevale e Leggi…amo il Carnevale.

Ti potrebbe anche interessare:

Hotel con pista: 10 family hotel direttamente sulle piste da sci

Un family hotel sulle piste a Sillian 

Dolomiti: il Giro dei 4 passi con i bambini

Post Your Thoughts

Iscriviti alla Newsletter
Resta in contatto con Trip4Kids e tieniti aggiornato sulle ultime novità.
Spazio sponsorizzato