In Monferrato tra riso e rose, per un weekend family

In Monferrato tra riso e rose

Un’occasione piacevolissima per godere la primavera andando per colline, risaie, vigneti e castelli: dal 3 al 19 maggio con la rassegna “Riso e rose in Monferrato“.

Nell’anno del Turismo Slow, Riso e Rose in Monferrato offre un girovagare lento e rilassato. Non un singolo evento ma una proposta itinerante e diffusa nel tempo e nello spazio che coinvolge 19 i borghi con appuntamenti dedicati al florovivaismo, all’arte, alla musica e cultura, all’enogastronomia, e con tanti eventi per bambini e famiglie.

Ecco 10 highlight della rassegna:

Alla scoperta degli infernot

Non mancheranno le visite guidate e imperdibili agli infernot, le specule vinarie sotterranee scavate per sottrazione nella pietra da cantone (gergalmente detta tufo), un unicum di questo territorio.

Cose e case d’artista

Mentre il Museo Civico di Casale Monferrato allestisce una mostra su “Angelo Morbelli, pittore del Monferrato” (dal 18 maggio al 29 settembre), a Rosignano Monferrato dall’11 maggio in poi  si  apre in frazione Colma  la casa dell’artista, con possibilità di visite guidate allo studio intatto ed al  suggestivo giardino; si avrà nella stessa data l’ inaugurazione del Percorso Morbelliano, tra le riproduzioni pittoriche esposte nei luoghi prediletti, mentre presso il Municipio (sempre a  Rosignano) verrà ospitato un inedito morbelliano messo a confronto con le opere del figlio Rolando (“Tra Angelo e Rolando Morbelli”). Ancora a Rosignano Monferrato – sabato 18 e domenica 19 maggio, la Mostra internazionale di ricami (giunta alla XII Edizione)  rende omaggio a Morbelli con Ric – amare il paesaggio” con opere uniche tra il design e il ricamo contemporaneo ( Fiber Art).

Musica maestro!

Ce n’è  tutti i gusti, dalla classica (come al Castello Sannazzaro di Giarole), alla musica diffusa nei cortili, come a Ozzano Monferrato e Sala Monferrato, ai concerti dell’enoteca di Casale, nel suggestivo castello, e  ancora, musica dialettale a Morano, musica folk e blues a Mirabello, e molto altro.

Di castello in castello

Il 19 maggio il Castello Sannazzaro di Giarole, in occasione della Giornata delle Dimore Storiche Italiane apre le sue porte ai visitatori, ospiti dei conti Sannazzaro Natta, che lo abitano permanentemente: si tratta di uno dei manieri medioevali meglio conservati nel territorio e risalente all’editto di Federico Barbarossa.

Sempre in occasione della Giornata dell’ADSI, il Castello di Gabiano, nella verde Valcerrina, offre tour alla scoperta di una dimora storica tra le più antiche del Monferrato. Si potranno visitare le cantine storiche, l’Emporio dei vini ed alcune sale interne della dimora mai aperte precedentemente; si potrà fare una tappa fotografica alla torre, per passare nel giardino pensile dei tre Orologi e si concluderà con una passeggiata nel parco col suo labirinto.

Monferrato Kids

Il castello Sannazzaro Natta l’11 e 12 maggio offre la possibilità della visita alle sue stanze e ospita nel suo immenso parco un weekend dedicato ai bambini. Tema: il circo, con la Scuola di Circo & Arte di strada, il laboratorio di arti circensi e spettacolo notturno.

Grangia di Pobietto, il 18 e 19 maggio, ospita “Vivere alla Grangia”: laboratori per bambini, attività per la famiglia, l’ apertura museo della civiltà risicola e mostre fotografiche in collaborazione con il Parco del Po, percorsi a piedi o in bicicletta tra le risaie e i foss. Sempre il18 e 19 maggio Mirabello Monferrato presenta Folkèbello Street Festival: street food Km 0 e De.Co., “Ops” Spettacolo di strada, “Equilibrio” giochi clowneschi ed equilibrismi oltre a concerti folk per i grandi.

Risottate gourmet

Protagonista assoluta la risottata, trasversale a moltissimi dei luoghi degli eventi, specie nella forma della panissa, caratteristico risotto coi fagioli e salsiccia,  e poi…l’enogastronomia più tipica, mercatini di prodotti bio e km zero, merende sinoire, aziende agricole aperte, degustazioni DE.CO, menù diffusi nei cortili.

Di fiore in fiore

Il florovivaismo è uno dei temi portanti della manifestazione, declinandosi in due grandi classici: l’appuntamento di Coniolo Fiori che sin dalla prima edizione attira migliaia  di appassionati; quest’anno con la Rosa Eos ibridata per l’evento e l’esposizione di rose di varie specie, mostra e mercato per giardino, orto, piante e oggettistica d’arredo e laboratori creativi per grandi e bambini (18 e 19 maggio). La seconda proposta è Vivere in campagna, a Terruggia, nello splendido parco di Villa Poggio, coi suoi mercatini di piante, arredi, hobbistica e tipicità (4 maggio).

Passeggiate slow

Cella Monte, da pochi mesi entrata a far parte dei “Borghi più belli d’Italia”, le cui strade e cortili suggestivi per il bianco della pietra da cantone, ospitano Le Colline sono in Fiore: passeggiate slow tematiche tra i vigneti, quadri, e le Rose antiche e classiche mappate e in una gara a primeggiare per lo scorcio più bello, il contest Angolo Fiorito sul tema del cinema (12 maggio).

Sfide tra rose e riso

A Mombello, il 18 maggio alle21,30, va in scena una partita del più tipico sport del territorio, il Tamburello, tra uomini (riso) e donne (rose).

Giardini fioriti con stile

A Sartirana c’è la mostra “Ken Scott il giardiniere della moda”: mostra esclusiva di foulard a tema floreale. A Rosignano Monferrato l’omaggio al rosa è sulle antiche arti muliebri del ricamo con la Mostra Internazionale di Ricamo” (presenti le più note ricamatrici italiane e straniere) e la Mostra d’arte & ricamo, coi più promettenti giovani artisti italiani sul tema del ricamo e del paesaggio

Post Your Thoughts

Iscriviti alla Newsletter
Resta in contatto con Trip4Kids e tieniti aggiornato sulle ultime novità.
Spazio sponsorizzato