Rango (Tn), il borgo del Natale da visitare con i bambini

Rango (Tn) il borgo del Natale da visitare con i bambini

A Rango il Natale si veste di colori e atmosfere magiche. In questo piccolo paesino, a pochi passi dalle Terme di Comano, annoverato tra i “Borghi più belli d’Italia”, tutto è come era un tempo.

Qui, dove si respira il passato fatto di pastori con le loro greggi, mercanti e viaggiatori solitari, il Natale, svela un volto inedito, fatto di luci, addobbi che illuminano come in una fiaba gli antichi volt, le piazzette e gli androni. E quest’anno, mentre il celebre mercatino non potrà animare le vie del borgo, gli artigiani hanno voluto donare altre novità ai visitatori. Eccone alcuni must da visitare per scoprire Rango (Tn), il borgo del Natale da visitare con i bambini:

Un borgo nel borgo

Il presepe sulla fontana. La fontana quadrata della piazza centrale, simbolo del borgo, un tempo abbeveratoio per le greggi e oggi placido ritrovo della gente per conversare, ospita uno straordinario presepe artigianale, interamente fatto a mano: un borgo nel borgo, il presepe infatti riproduce gran parte del borgo di Rango.

Tra i volt del borgo

Nelle piazze del borgo si possono ammirare i due grandi alberi di Natale, illuminati al calar della luce, mentre nei punti più suggestivi e caratteristici, dai volt, alle vecchie stalle, sono stati allestiti i presepi, grandi e piccoli,  realizzati dagli artigiani del luogo.

Il Museo della Scuola

Nel Museo della Scuola, sono conservati oggetti e materiale didattico della prima metà del Novecento. Il Museo è stato creato da Tomaso Iori, che durante la visita propone gli Experimenta didactica: lezioni sperimentali attive per spiegare alcuni temi di carattere scientifico, come la macchina a vapore, la scintilla, le onde magnetiche, il suono, l’accensione del fuoco, l’orologio meccanico.

La strega più grande del mondo

Proprio sulla strada per Rango, tappa d’obbligo è Balbido il borgo dipinto. Con i suoi 48 murales dedicati agli antichi mestieri, sui muri antichi e le 29 sculture lignee posizionate nei diversi punti del borgo. Stria, la strega più grande del mondo, entrata nel Guinness dei primati che, realizzata con un fitto intreccio di canne di bambù e legno (testa, mani e piedi) misura 10,77 metri, ed è una citazione suggestiva della tradizione popolare locale, legata alle “strie” dispettose, che nella val Marcia si divertivano in passato a gettare le pietre contro i carri dei contadini.

Un bosco d’arte

Rango (Tn) il borgo del Natale da visitare con i bambiniAd una quindicina scarsa di chilometri da Rango, e ad una manciata dalle Terme di Comano, c’è un’altra bellissima occasione per una gita fuori porta nelle belle giornate invernali: il BAS, il Bosco Arte Stenico. A pochi passi dal celebre castello di Stenico, si apre il Bosco Arte Stenico,dove si vive il connubio perfetto tra natura e land art. I pezzi sono distribuiti, infatti, lungo un percorso nel bosco, occupandone i diversi livelli, l’erba, i tronchi, i rami. Tra le opere si alternano installazioni e sculture in tronchi fissati nel terreno. Ogni anno il percorso si arricchisce di nuove opere grazie al lavoro degli artisti. Il percorso è raggiungibile a piedi dal centro di Stenico passando per il borgo seguendo la segnaletica ( in prossimità vi sono anche comodi parcheggi per l’auto= ed è comodo da visitare anche con passeggino. Lo si percorre con calma in un in un paio d’ore, e lungo il percorso si trovano inoltre panchine e fontanelle con acqua potabile.

 

Potrebbe anche interessarti:

5 itinerari con i bambini in Friuli Venezia Giulia

A Cogne con i bambini: passeggiate d’autunno

I musei dei mare

Delle balene nel parco al MuMAB a Salsomaggiore

Post Your Thoughts

Iscriviti alla Newsletter
Resta in contatto con Trip4Kids e tieniti aggiornato sulle ultime novità.
Spazio sponsorizzato