Un girotondo per i bambini al Festivaletteratura di Mantova

Un girotondo per i bambini al Festivaletteratura di Mantova

Foto: Festivaletteratura di Mantova

In occasione del Festivaletteratura di Mantova, dal 5 al 9 settembre 2018, la Casa del Mantegna si trasforma in un luogo delle meraviglie per i bambini e le famiglie.

A due passi da Palazzo Te, nella casa del celebre pittore e incisore del Quattrocento, prende vita Girotondo, un percorso di giochi e fantasie d’autore pensato per i bambini e le famiglie, aperto da mattina a sera durante tutti i giorni del Festival dove la fantasia si accende, le forme si confondono, le parole echeggiano e si vede il mondo da nuove prospettive.

Girotondo è un percorso nei giochi, nella creatività e nella fantasia in sei tappe: in ogni stanza i piccoli visitatori trovano una sorpresa e tutto ciò che serve per fabbricarla in autonomia. Per questo fai-da-te ludico-creativo, i materiali sono preparati da artisti ospiti a Festivaletteratura, in modo che, foglio di istruzioni alla mano, i bambini possano subito iniziare a divertirsi con i loro genitori.

Se qualcosa nelle istruzioni non è chiaro o qualche strumento non funziona, c’è comunque un volontario sempre a disposizione in ogni stanza pronto a dare una mano.

A costruire questa giostra collettiva – ciascuno con una propria idea originale – sono stati chiamati Andrea Anastasio, Cora De Maria, Pieter Gaudesaboos, Teresa Sdralevich, Massimiliano Tappari, Stefano Tofani, Silvia Vecchini e Noemi Vola.

Colori, fiori, piume, tessuti, figurine, pallone rimbalzine o anche una sola matita: ad ogni tappa materiali e attrezzi saranno diversi, così come diverse e tutte da scoprire saranno le attività in cui adulti e ragazzi dovranno impegnarsi usando tutti e cinque i sensi – nessuno escluso – e una buona dose di immaginazione.

A Girotondo non c’è un inizio e una fine, così come non ci sono sensi di percorrenza obbligati. Si può stare in una stanza tutto il tempo che si vuole o tornare due volte alla stanza precedente: basta lasciar spazio (e tempo) per giocare anche agli altri. Tanto si può continuare anche a casa: al termine del percorso, infatti, i piccoli riceveranno un libretto con tutte le schede delle attività, in modo da poter continuare il gioco a casa.

Nel cortile della Casa del Mantegna sarà inoltre allestita un’area deve rilassarsi tra un incontro e l’altro, leggere e giocare in libertà.

Per la ventiduesima edizione di Festivaletteratura tanti gli eventi in programma anche per i bambini e i ragazzi.

Proprio nella Casa del Mantegna ci saranno gli incontri con Raina Telgemeier, tra le più note e affermate autrici di graphic novel e più volte vincitrice dell’Eisner Award, il disegnatore del Gruffalò Alex Scheffler, Anne Fine – di ritorno al Festival per raccontare le sue storie del gatto killer, il mitico fondatore del Corriere dei Ragazzi Mino Milani, l’autrice e illustratrice estone Pietr Raud, e i nostri Alice Keller e Davide Morosinotto.

Uniti dal filo rosso della poesia saranno gli incontri con Chiara Carminati, Silvia Vecchini e Bernard Friot.

Due i nomi di riferimento per il pubblico degli young adults: l’americana Sara Zarr e Antonio Dikele Distefano, oggi forse l’autore italiano di maggior successo tra gli adolescenti.

Tanti anche i laboratori: Brunhilde Borms e Pieter Gaudesaboos guideranno i bambini alla ricerca della loro isola, Noemi Vola disegnando terrà insoliti esercizi di libertà, Giorgio Personelli metterà in musica i miti, Silvia Vecchini e Sualzo cercheranno ancora una volta di mescolare poesia e fumetto.

Altre attività con carta, colori e fantasia saranno curate Silvia Borando, Maria Luce Possentini e Teresa Sdralevich.

Info: www.festivaletteratura.com

Post Your Thoughts

Iscriviti alla Newsletter
Resta in contatto con Trip4Kids e tieniti aggiornato sulle ultime novità.
Spazio sponsorizzato