Un paradiso di passeggiate con i bambini

Un paradiso di passeggiate con i bambini

Il 2016 è l’Anno dei Cammini. Un’ottima occasione per cominciare a camminare e per avvicinare i bambini a questa bellissima esperienza. E’ l’essenza del turismo slow, lontani dalle vacanze mordi e fuggi per andare alla scoperta di luoghi lontani dalle rotte più gettonate, alla scoperta di perle di bellezza ancora poco conosciute. Qui vi proponiamo 5 passeggiate da non perdere con i bambini e da sperimentare in questo Anno dei Cammini.

1 – E’ un paradiso

Il Parco Nazionale Gran Paradiso ha aperto una serie di itinerari adatti a tutti. Percorsi dai nomi evocativi: C’è ‘Il sentiero delle streghe’, ‘Lo specchio nel bosco’, ‘Il regno delle rane’… nomi suggestivi per esperienze sempre diverse. Ogni percorso è contraddistinto da un colore: verde per quelli facili, blu per quelli di media difficoltà e rosso per quelli difficili.  Lo specchio del bosco si trova in Val di Rhemes e si tratta di una breve escursione che porta, passando attraverso il bosco, fino ad un alpeggio e a due borgate alpine. Lungo il percorso si incontrano un mulino e un antico forno per una passeggiata indietro nel tempo. Tempo di percorrenza: 1.30h Il sentiero del tempo è invece in Valle Orco. Il percorso, pressoché pianeggiante, corre lungo la conca glaciale del Serrù e rappresenta una straordinaria occasione per incontrare stambecchi e camosci che spesso pascolano nei pressi del lago, famiglie di marmotte, aquile e gipeti. Il tempo di percorrenza: 2.30h. L’acqua, una forza invisibile è una passeggiata che si trova invece in Valsavarenche ed è percorso spettacolare lungo il corso del torrente Savara, che ha plasmato e dato forma alla valle a cui ha anche dato il nome, fra zone pianeggianti e gole scavate nella roccia. Tempo di percorrenza: 2.30h.

2 – Nel bosco della Val di Nos in Veneto

La partenza di questo itinerario ad anello si raggiunge facilmente da Asiago. Si seguono per Gallio e qui si trovano le indicazioni per il Percorso didattico-forestale della val di Nos. Un comodo parcheggio permette di trovare dove lasciare la macchina senza difficoltà. E qui si trova un pannello con le indicazioni dei tracciati. Sono infatti stati predisposti due diversi itinerari ad anello, che s’intrecciano formando un 8 per un totale di circa 5 chilometri di passeggiata completamente nel bosco, su stradine e sentieri. Il primo anello, chiamato “la gestione del bosco” può essere tranquillamente percorso anche con i passeggini e dai disabili in carrozzina ed attraverso il bellissimo bosco della val di Nos. Lungo il secondo percorso chiamato “l’ecosistema del bosco”, si incontra invece qualche salitella, ed è un po’ più lungo. Al centro dell’8 si trova una grande radura.

3 –  Mamma, le Piramidi!

Sull’altopiano del Renon, vicino a Bolzano, c’è una passeggiata perfetta da fare con i bambini anche per chi ancora non è un grande camminatore e preferisce di tanto in tanto farsi trasportare sul passeggino. E’ il sentiero delle piramidi di terra. Si arriva alla località di Soprabolzano (che è comodamente raggiungibile anche con la funivia da Bolzano) e con il trenino a scartamento ridotto si raggiunge il borgo di Collalbo. Non si può sbagliare: subito all’uscita della stazione vi sono i cartelli segnaletici che danno le indicazioni per il percorso fino alle piramidi di terra. L’intera passeggiata dura un’ora e mezza circa tra andata e ritorno e per un totale di 7 chilometri e si gode di bellissimi panorami della valle.

 

4- Piccolo mondo antico.

Questo itinerario parte da Torgnon, in Valle d’Aosta, qui si seguono le indicazioni per il villaggio del Petit Monde. Si tratta di una bella passeggiata su una strada asfaltata che permette di ammirare lo splendido panorama sulla Valtournenche e sul Cervino. Dopo circa 1,8 km si raggiunge il museo Petit Monde, un antico borgo dove si possono vedere un tradizionale raccard a schiera, una grange e un grenier costruiti tra il 1463 ed il 1700 e poi un vecchio mulino, ogni tanto ancora in funzione e sembra davvero di avere fatto un tuffo indietro nel tempo.

5 – A bordo del lago

Il Lago di Zoccolo è un lago artificiale con un’enorme diga ed è lungo più di due chilometri. È il più grande lago della Val d’Ultimo, non lontano da Merano, per raggiungerlo si percorre con un sentiero pianeggiante che parte da Santa Valburga (a circa 20 km da Lana), si passa la diga del lago lunga 500 metri e poi si segue la larga strada forestale che costeggia la sponda a sud del lago. E se si vuole fare una sosta per una merenda o un pranzo ci si può fermare al ristorante Kuppelwies che si trova proprio di fronte al lago.

Vi potrebbe anche interessare: 

itinerari a misura di passeggino per chi ha bambini ancora piccoli e non vuole comunque rinunciare a belle passeggiate in montagna.

FOTO: @Alex Filz per Merano e Dintorni

Post Your Thoughts

Iscriviti alla Newsletter
Resta in contatto con Trip4Kids e tieniti aggiornato sulle ultime novità.
Spazio sponsorizzato