Un’estate al museo con i bambini

Un'estate al museo

Explora, il Museo dei bambini di Roma

La prova costume, le offerte altalenanti sui siti di prenotazione, le cattive recensioni su TripAdvisor, l’ansia del caldo afoso, delle scottature e dei colpi di sole possono decisamente rovinare le nostre fantasie sulle vacanze di quest’anno. Soprattutto in famiglia a volte è difficile accontentare tutti.
Fortunatamente, oltre alle spiagge da sogno e alla tintarella rigenerante, ci sono altre mille attività che possono mettere d’accordo grandi e piccini.
Se il viaggio culturale è quello che fa per voi, potrete sicuramente prendere spunto dal nostro articolo.
Ecco quindi dieci musei da visitare con i più piccoli durante le vacanze estive.

1. Un cerchio perfetto

La Casa di Giotto, luogo natale del grande artista e meta obbligatoria se ci si trova nelle zone di Vicchio, in provincia di Firenze, ospita diversi laboratori per bambini e ragazzi di tutte le età.
Le esperienze promuovono l’apprendimento della tecnica pittorica di Giotto, con materiali di origine naturale, per esempio utilizzando l’uovo come legante, pitturando con carte e gessetti, oppure disegnando dal vero, andando a scoprire il paesaggio da rappresentare.

2. Giocare a fare i grandi… per un giorno

Nella millenaria capitale sorge una città a misura di bambino con banche, fontane, supermercati, aree di riciclo. All’Explora-Museo dei Bambini di Roma si può trovare tutto il necessario per stimolare al meglio la curiosità dei bimbi da 0 a 12 anni.
I percorsi sono contrassegnati da bollini colorati per indicare l’età per cui l’attrazione è stata pensata, in modo da aiutare anche gli accompagnatori più grandi a muoversi all’interno dello spazio adibito.

3. Imparare a conoscere la natura sulle colline fiorentine

A Firenzuola il Laboratorio “CIAF” Moscheta attende tutte le famiglie con tante proposte di divertimento educativo: dai laboratori sulle piante officinali, alle tecniche di monitoraggio della fauna selvatica, fino ad una piccola introduzione alla cartografia.
Certamente un’esperienza per chi ha mille progetti in mente e vorrebbe realizzarne il più possibile.

4. Piccoli registi alla scoperta della Mole Antonelliana

Se passate per Torino, tappa obbligatoria è la Mole Antonelliana, al cui interno si sviluppa il Museo del Cinema. Tante sono le sale dedicate alla scoperta della settima arte, arricchite da esposizioni interattive per imparare l’ottica, o come i primi spettatori ammiravano le produzioni di Edison e dei fratelli Lumière. Cercatevi i non perdervi fra le pellicole d’epoca perché un’intera area è suddivisa per genere cinematografico: dall’horror al film d’animazione l’unica cosa da fare è scegliere da dove iniziare a esplorare.

5. Opportunità da toccare con mano

Niente cartelli “vietato toccare” per i visitatori del museo tattile di Varese: attraverso il senso del tatto i piccoli visitatori potranno esplorare ogni angolo della struttura, sia fisicamente che emotivamente. Non solo modellini ma anche percorsi e installazioni multisensoriali, il tutto completato da tante attività e laboratori, per far scoprire ai bambini realtà sempre nuove.

6. Sulle note della scoperta

Un viaggio alla scoperta del violino nella splendida Cremona: uno strumento analizzato a 360 gradi all’interno del museo a lui dedicato, partendo dalla storia fino alla sua presenza sul grande schermo. Un’esperienza certamente imperdibile per tutti gli appassionati di musica, che lascerà soddisfatti grandi e piccini, incantati dalle note di questo strumento secolare.

7. Alla scoperta di una città

Pesaro è una cittadina tutta da scoprire: ha dato i natali a Gioachino Rossini, la cui residenza si trova in pieno centro, ed è possibile visitarla acquistando un biglietto che vi darà l’accesso anche ai Musei Civici di Palazzo Mosca, a pochi minuti dalla Casa di Rossini, oltre che ad un sito archeologico nel quale sono conservati gli antichi resti di una villa romana. Le attività in lista potrebbero sembrare tante ma, se la visita finisce presto, sarà possibile rifocillarsi nei giardini Miralfiore, a dieci minuti a piedi dal centro.

8.Un’esperienza per gli astronomi di tutte le età

Una città di cultura millenaria come Napoli non poteva non ospitare il Museo degli Strumenti Astronomici, dedicato ad una delle discipline scientifiche che da sempre accompagnano l’umanità. Se nelle limpide notti estive avete la fortuna di volgere lo sguardo verso l’alto riuscendo ad intravedere qualcosa nonostante l’inquinamento luminoso, non potete non conoscere gli strumenti che sono stati protagonisti delle grandi scoperte astronomiche della storia. Piccoli Galileo si nasce ma si può anche diventare, e a Napoli l’ingresso è pure gratuito.

9. Pronto? Chi chiama?

I più grandi lo sanno bene: non sono sempre esistiti i cellulari. San Marcello, in provincia di Ancona, ospita il museo del telefono che, tramite il suo ricco repertorio, racconta anche ai più piccoli la storia di uno strumento oggi per tutti così immediato. Dal telefono pubblico alle chiamate a gettoni, Palazzo Marcelli apre le porte a tutti i curiosi per rivivere la storia di un oggetto fondamentale per la nostra quotidianità.
Info: 0731 267014

10. Alla scoperta della storia delle marionette

A Ravenna la tradizione teatrale si estende all’arte delle marionette, messe in scena nella Casa delle Marionette situata in centro città. Oltre agli spettacoli il sito ospita mostre, visite guidate, laboratori per i bambini e workshop per i più grandi, che contribuiscono a completare l’esperienza per conoscere più a fondo un’arte molto legata alla nostra tradizione popolare.

A cura di Elisa Belussi

Post Your Thoughts

Iscriviti alla Newsletter
Resta in contatto con Trip4Kids e tieniti aggiornato sulle ultime novità.
Spazio sponsorizzato